Pages

IMMAGINI CAPPELLI STORICI DELL’ARMA DEI CARABINIERI


Oggi vi parlo di Montappone (AP) un piccolo borgo di soli 1800 abitanti, sulla sommità delle colline Fermane, fra i Monti Sibillini e l’Adriatico, nelle Marche, che domina la produzione mondiale dei cappelli. Radicata alle proprie origini contadine, intreccia da sempre la propria storia con la lavorazione della paglia e di qualsiasi altro materiale, per la produzione di cappelli. Il cappello di Montappone è riconosciuta garanzia di qualità e produzione di origine protetta. Un patrimonio storico di conoscenza, di lavorazione e di bellezza esaltato dalla presenza seducente dell’ultimo cappello indossato dal geniale Federico FELLINI. In questi giorni oltre alla festa estiva dedicata al “capello di paglia” il Comune e la Proloco in collaborazione con l’Arma dei Carabinieri hanno organizzato, presso il palazzo Comunale, una mostra storica dei cappelli dell’Arma. Vi mostro le immagini dei cappelli presenti e riporto la durata e gli orari della mostra.
Dal 26 luglio al 31 agosto 2008 nel Comune di Montappone (AP) presso il palazzo Municipale si terrà una mostra storica dei cappelli dell’Arma dei Carabinieri. Gli orari di apertura al pubblico sono: Feriali 8 -13:30 / 21 – 23:30 sabato e domenica 16 – 20 / 21 – 23:30.
1814 Primo cappello da Carabiniere


1822 Primo cappello con Pennacchio


1822-1833 Berretto alla Polacca per tenuta da
caserma



1833 Cappello per uniforme da parata


1833 Cappello per uniforme da Trombettiere


1833 Cappello Cavalleggeri di Sardegna


1844-1850 Berretto per tenuta servizio estiva


1864 Copricapo per grande uniforme da Ufficiale


1879 Berretto per piccola uniforme da
Vicebrigadiere dei Corazzieri



1885 Casco da Ufficiale dei Carabinieri destinato
al Corpo Speciale D’Africa



1911 Casco coloniale in uso ai Carabinieri
impegnati nella campagna di Libia



1915-1918 Capello con fodera in tela grigio-verde


1934 Berretto da Ufficiale per uniforme da cerimonia


1934 Berretto da Ufficiale per piccola uniforme


1938 Casco coloniale modello da truppa


1940 Berretto a busta da fatica in tela Kaki


1940 TARBUSH caratteristico copricapo africano in
dotazione agli zaptiè, arruolati nell’Arma per integrare
con elementi locali la consistenza della “Compagnia
Carabinieri d’Africa”



1990 Berretto da Ufficiale per uniforme ordinaria
(modello per personale femminile)



1990 Berretto da ufficiale per uniforme ordinaria estiva


2008 Elmo da Corazziere con criniera
(Reggimento Corazzieri)



2008 Bustina con visiera da Appuntato e Corazziere
(Reggimento Corazzieri)



2008 Bustina con visiera da Brigadiere
(Reggimento Corazzieri)



2008 Berretto da Maresciallo (Reggimento Corazzieri)


2008 Berretto da Ufficiale (Reggimento Corazzieri)




10 commenti:

Anonimo ha detto...

molto belli..il mio ragazzo è un carabiniere.^_^w l'arma""

Anonimo ha detto...

Che fascino! Anche un semplice cappello ha una storia.... Tante divise sono belle ma quella del carabiniere trovo sia la migliore... la più bella ed elegante.Ho frequentato un carabiniere... una storia bellissima.... già.. per me, perchè lui non mi vuole più!!! :-((

Anonimo ha detto...

Sono bellissimi, nn vedo l'ora di fare parte dell'arma dei carabinieri..

Anonimo ha detto...

i cappelli, come l'uniforme da carabinieri sono invidiate da tutte le altre forze di polizia di tutto il mondo ed è un onore per me che esse appartengono ad una forza di polizia italiana. Mi dispiace solamente che vengono effettuate poche manifestazioni per poterli presentare al ubblico.

tele tua ha detto...

questi cappelli sono stupendianche perchè un giorno vorrei diventare un capitano dell'arma dei carabiniere rispondete ciaooo

Anonimo ha detto...

io pure da grande vorrei diventare un carabiniere perchè è un mestiere che mi piace molto a differenza della polizia i carabinieri sono molto più bravi nel mestiere a me piace fare il carabiniere perchè ho un cugino che fa il carabiniere quindi l ho farò pure io perchè mi piace.

Anonimo ha detto...

questi cappelli raffigurano l arma dei carabinieri io da grande diventero un carabiniere perchè è un mestiere che mi piace

Anonimo ha detto...

Molto belli ed evocativi, se posso fare però una precisazione il cappello da "donna" non è del 1990 perchè le prime due donne sono entrate nell'Arma nel 2001(come ufficiali del ruolo tecnico) anche perchè facevo servizio durante quel concorso .
Nei secoli fedele

Anonimo ha detto...

semplicemente stupendi....entrare nell'arma resterà sempre il mio sogno........

Anonimo ha detto...

Le immagini n.22 e n.9 sembrano essere identiche.
Difficile che nel 1879 ci fosse la Corona Turrita e il monogramma "RI", giusto? :)

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Creative Commons License
Questo sito è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.
La riproduzione integrale è vietata. E' possibile copiare parzialmente gli articoli a condizione che venga inserito un link a Vince Chi Osa.